venerdì 31 gennaio 2014

Amália Rodrigues - Grândola, Vila Morena



Grândola vila morena è una canzone scritta da José Zeca Alfonso nel 1971 in omaggio alla Sociedade Musical Fraternidade Operária Grandolense (Grândola è una cittadina del sud del Portogallo), una delle prime cooperative ed associazioni operaie fortemente represse dal regime salazarista. La canzone che parla di un'associazione proibita fu presto proibita e causerà a José Alfonso molti arresti ed interrogatori da parte della polizia e della PIDE (polizia politica). Essa diverrà presto un simbolo di opposizione al regime, ma diventerà una delle canzoni simbolo quando la sua trasmissione alla mezzanotte del 25 aprile del 1974 dalle onde di Limite, il programma musicale in onda tutti le notti su Radio Renascença (emittente cattolica della capitale lusitana), sarà per i militari insorti il segnale convenuto di inizio della rivoluzione. L'abbattimento del più antico regime fascista in Europa prenderà il nome di Rivoluzione dei garofani, dal gesto di una venditrice di garofani che cominciò ad offrire ai militari i propri fiori e dalle immagini dei fucili in spalla con un garofano in canna in mezzo ad un popolo finalmente libero. La rivoluzione avviò una stagione di libertà e la democratizzazione della società portoghese mettendo fine alle guerre coloniali che stavano dissanguando il paese e l'avvio di grandi riforme sociali, in primo luogo la riforma agraria.

Per questa ragione Grândola vila morena continua ad essere per i portoghesi un simbolo di giustizia sociale e di libertà e non stupisce perciò che centinaia di migliaia di manifestanti il 3 marzo 2013 la intonassero durante lo sciopero generale contro le politiche liberiste ed antisociali imposte dalla troika europea che stanno affamando il Portogallo come la Grecia e producendo disastri sociali in altri paesi come la Spagna, l'Irlanda e l'Italia.
Nella speranza che le sue note si diffondano in tutta Europa vi invito ad ascoltare la versione di Grândola cantata dalla grande Amalia Rodrigues, a leggere il testo ed infine a vedere un video registrato a Lisbona il 2 marzo 2013 che troverete nel post successivo.






Grândola vila morena
Grândola città dei Mori

Grândola, vila morena
Grândola, città dei Mori
Terra da fraternidade
terra di fratellanza
O povo é quem mais ordena
è il popolo che più comanda
Dentro de ti, ó cidade
dentro di te, o città.
Dentro de ti, ó cidade
Dentro di te, o città
O povo é quem mais ordena
è il popolo che più comanda
Terra da fraternidade
terra di fratellanza,
Grândola, vila morena.
Grândola città dei Mori.


Em cada esquina um amigo
A ogni angolo un amico,
Em cada rosto igualdade
su ogni volto l'uguaglianza
Grândola, vila morena
Grândola città dei Mori
Terra da fraternidade
terra di fratellanza
Terra da fraternidade
terra di fratellanza,
Grândola, vila morena
Grândola città dei Mori
Em cada rosto igualdade
su ogni volto l'uguaglianza,
O povo é quem mais ordena.
è il popolo che più comanda.


À sombra duma azinheira
Ed all'ombra d'una sughera
Que já não sabia a idade
che non sa più quanti anni ha
Jurei ter por companheira
giurai d'aver per compagna,
Grândola a tua vontade
Grândola, la tua volontà.
Grândola a tua vontade
Grândola, la tua volontà
Jurei ter por companheira
giurai d'aver per compagna
À sombra duma azinheira
all'ombra d'una sughera
Que já não sabia a idade.




che non sa più quanti anni ha.



Nessun commento:

Posta un commento